Courmayeur, Corte dei conti chiede 1,2 milioni a 12 ex amministratori

 

La vicenda riguarda la Mont-Blanc Energie

 

COURMAYEUR. Arriverà nei primi mesi del 2015 la decisione dei giudici della Corte dei Conti sul procedimento relativo ai danni che il Comune di Courmayeur avrebbe subito per la società pubblico-privata Mont-Blanc Energie nata nel 2005.

Municipio1Sono 12 le persone citate a giudizio tra ex amministratori e funzionari del Comune di Courmayeur, tra cui l'ex sindaco Romano Blua, ai quali il procuratore regionale Claudio Chiarenza ha contestato un danno erariale di 1,2 milioni di Euro. Sono coinvolti nel procedimento l'allora vice di Blua, Ennio Mochet, l'ex segretaria comunale Anna Longis e Valter Zucca, Roberto Milliery, Gaetano Castelnuovo, Francesco Caligiana, Alessia Di Addario, Mario Ravello, Mario Esposito, Sandra Pasi e Teodoro Argese.

Il caso riguarda la costruzione di una centrale idroelettrica, la cui realizzazione è stata fermata da alcune sentenze amministrative. «L'opera fu completata solo per 37.000 euro, a fronte di un costo complessivo di 30 milioni» ha sottolineato Chiarenza. «Il danno è quello sofferto dal Comune quando ha iniziato a pagare la fideiussione, ovvero dall'estate del 2012. Prima, nel 2006, era interno alla Mont-Blanc Energie», ha aggiunto a proposito della questione prescrizione.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it