Omicidio Milliery, sopralluogo per cercare l'arma del delitto

 

Domani atteso il nulla osta per i funerali del pensionato di 78 anni

lugo-perezx300AOSTA. Movente e presunto responsabile sono già stati individuati, ma è ancora giallo sull'arma con cui nella tarda serata di venerdì scorso, al termine di una giornata di festa, è stato ucciso Elio Milliery. L'uomo è stato trovato in un prato privo di vita con ferite da taglio e oggi i carabinieri hanno effettuato un nuovo sopralluogo a La Salle per ritrovare l'arma del delitto.

Indiziato per l'omicidio è Osmany Lugo Perez (immagine a fianco), cubano di 34 anni, con cui Milliery ha violentemente litigato venerdì sera. L'uomo, fermato pochi chilometri lontano dal luogo del delitto e poco dopo il fatto, si trova in carcere a Brissogne e ieri non ha risposto alle domande del gip che ne ha convalidato il fermo.

Il movente ipotizzato è la gelosia. Milliery e la moglie di Lugo Perez, residente a La Salle, si conoscevano e frequentavano ed è stata proprio lei a chiamare i carabinieri venerdì sera quando gli animi si sono scaldati, complice anche l'alcol.

Domani intanto dovrebbe arrivare il nulla osta per i funerali.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it