Valtournenche, sventato il suicidio di tre sorelle

 

All'origine del gesto ci sarebbe una truffa da parte di due avvocati

Carabinieri4VALTOURNENCHE. Tre sorelle, due avvocati, una truffa: sono gli elementi che compongono la storia alla base della tragedia sfiorata oggi a Valtournenche.

Le tre donne - la primogenita di 72 anni, le altre di 63 e 49 anni -, tutte di Carmagnola (Torino), sono stati salvate dai carabinieri e dalla polizia locale mentre tentavano di suicidarsi: due volevano gettarsi da un muraglione in frazione Maen mentre la terza aveva deciso di togliersi la vita chiudendosi in auto e respirando i gas di scarico.

Alla base del loro gesto pare ci sia la perdita di tutti i risparmi a causa di una truffa da parte di due avvocati. In alcune lettere trovati dai carabinieri le tre avrebbero spiegato di essere finite sul lastrico a causa del raggiro e che per questo erano intenzionate a farla finita.

In due sono state ricoverte nel reparto di psichiatria dell'ospedale Parini ad Aosta mentre la terza è sotto cure per intossicazione da monossido di carbonio. Le tre hanno anche un'altra sorella che è stata avvisata di quanto accaduto.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it