Spaccio di droga in una scuola di Châtillon, denunciati tre giovani aostani

 

Documentata la vendita di 2 kg di droga. Segnalati 30 giovani consumatori tra cui 11 minorenni

carabinieri5CHATILLON. Lo spaccio di stupefacenti tra giovani e giovanissimi è stato nuovamente al centro di una operazione condotta dai carabinieri in Valle d'Aosta. Dopo il caso del tunisino accusato di vendere droga ai ragazzi alla biblioteca regionale del capoluogo, questa volta l'attenzione dei militari si è spostata su una scuola di Châtillon. Tre i giovani aostani sono stati denunciati e trenta ragazzi, tra cui undici minorenni, segnalati come consumatori.

I militari del Nucleo operativo del comando di Saint-Vincent / Chatillon hanno indagato su quello che viene definito un "fiorente mercato di droghe leggere tra giovani studenti" che da giugno a dicembre 2014 ha interessato Aosta, Courmayeur e Châtillon, riuscendo a documentare lo smercio di almeno due chili di stupefacenti tra hashish e marijuana.

Le indagini sulla scuola sono nate su sollecitazione di preside e insegnanti che avevano notato strani movimenti attorno a due studenti minorenni sorpresi con piccole quantità di hashish. Grazie alle testimonianze ed all'analisi dei messaggini su WhatsApp sono stati convocati in caserma trenta giovani, per la maggior parte minorenni e studenti, che hanno confermato di aver acquistato la droga da C.M. di 26 anni e C.E. di 18, entrambi di Aosta, denunciati quindi per spaccio. Uno dei testimoni, il 23enne D.A., è stato accusato di favoreggiamento personale per aver cercato di coprire l'amico indagato fornendo false dichiarazioni.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it