Bcc valdostana, l'assessore Perron indagato per concussione dalla Procura di Aosta

 

Le indagini riguardano anche presidente ed ex presidente dell'istituto di credito per una operazione immobiliare a Fénis

AOSTA. La Procura di Aosta sta indagando sull'ipotesi di trasferimento di una filiale della Banca di credito cooperativo valdostana in un immobile di proprietà dell'assessore regionale al bilancio e finanze Ego Perron. L'operazione, di fatto mai concretizzatasi, riguardava la filiale di Fénis.

L'assessore, riferisce l'Ansa Valle d'Aosta, è indagato per concussione e oggi ha ricevuto l'avviso di garanzia. Le indagini riguardano anche Martino Cossard e Marco Linty, rispettivamente ex presidente e attuale presidente della Bcc valdostana.

A settembre i carabinieri di Aosta avevano perquisito diversi uffici in Finaosta, all'istituto di credito, al Comune di Fénis ed in Regione e acquisito alcuni documenti in relazione alla stessa vicenda.

La nuova legge sulla concussione punisce sia il pubblico ufficiale che abusa della propria posizione per ottenere dei vantaggi sia il privato che sottosta alle pressioni.

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it