Incendi, in Valle d'Aosta dichiarato lo "stato di grave pericolosità"

 

Il decreto firmato dal vice presidente della Regione Marguerettaz ha decorrenza immediata

incendio-fumox350AOSTA. La Regione ha dichiarato oggi lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi sull'intero territorio regionale. Il decreto, firmato dal vice presidente della Regione Aurelio Marguerettaz, ha "decorrenza immediata - spiega l'assessorato regionale dell'Agricoltura e Risorse naturali - e sino al verificarsi di consistenti precipitazioni che riducano stabilmente il livello di pericolo, sulla base dell'andamento meteo-climatico degli ultimi mesi che ha visto, in particolare, un mese di agosto caratterizzato da una netta scarsità di precipitazioni".

Oltre ai normali divieti di legge, il decreto firmato oggi introduce tutta una serie di ulteriori divieti per zone boscate e situate ad una distanza inferiore a 50 metri dai boschi tra cui bruciare sterpaglie nelle scarpate stradali o ferroviarie, fumare nei boschi, transitare con mezzi a motore a scoppio su strade di cantiere agricolo o forestale entro le zone boscate, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare fornelli o inceneritori che producono favilla o brace.

"Tutte le accensioni che non siano espressamente vietate per legge, dovranno essere preventivamente concordate con le competenti Stazioni del Corpo Forestale della Valle d'Aosta; e dovranno essere tassativamente spente entro e non oltre le ore 11.00 antimeridiane" spiega l'assessorato. "Si raccomanda anche di astenersi dal gettare oggetti incandescenti dai finestrini degli automezzi, in special modo fiammiferi e/o mozziconi accesi".

Per i trasgressori le sanzioni possono raggiungere i 154 Euro "fatta salva l'applicazione delle norme penali qualora l'accensione del fuoco determini situazioni di pericolo e/o danni a persone o cose".

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it