Truffa e false fatturazioni: indagini Gdf su gruppo idroelettrico

 

Ricostruita truffa ai danni del Comune di Fénis. Tra i denunciati il sindaco di Brusson

AOSTA. Sei persone sono state denunciate dalla Guardia di finanza di Aosta per truffa, false fatturazioni e dichiarazioni fraudolente da parte di un gruppo di imprese del settore dell'energia idroelettrica attraverso la gestione di un impianto idroelettrico.

"Il gruppo - spiegano gli inquirenti - si è assicurato la realizzazione dell'impianto attraverso il regolare rilascio di concessioni regionali. Il Comune di Fenis ha quindi concesso lo sfruttamento del territorio ottenendo la partecipazione al capitale della società idroelettrica con una quota del 36%". Il Comune, secondo la ricostruzione delle Fiamme gialle, è stato truffato per 234.000 Euro ed inoltre le società avrebbero gonfiato le fatture dei costi dei lavori per 650.000 Euro. A queste somme si aggiungono 145.000 Euro di Iva evasa e 390.000 Euro recuperati di maggiore base imponibile Ires ed Irap.

Sei persone denunciate alla Procura della Repubblica di Aosta: quattro amministratori, un direttore tecnico e un consulente professionale. Tra loro anche Giulio Grosjacques, sindaco di Brusson.

L'Amministrazione comunale di Fénis in una nota "ringrazia la Guardia di Finanza per l'indagine condotta in relazione ai lavori di manutenzione sugli impianti della Società Hydroelectrique Clavalité nel corso degli anni 2013 e 2014 e che ha accertato una perdita patrimoniale di competenza di 234mila euro ai danni del Comune. L'ente "sta ora valutando - prosegue la nota - la propria posizione come parte lesa all'interno della Società".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it