Psichiatra arrestato, Finanza sequestra 84mila euro di "compensi illeciti"

 

Il professionista, ex dipendente dell'Usl, è accusato anche di truffa e molestie

AOSTA. La Guardia di finanza ha sequestrato 84mila euro a Marco Bonetti, lo psichiatra di 63 anni di Aosta agli arresti domiciliari perché sospettato di aver incassato denaro in cambio di certificati medici falsi e farmaci e di molestie sessuali ai danni di alcune sue pazienti. La somma sequestrata, recuperata da cinque conti correnti e da un deposito titoli, è ritenuta provento di compensi professionali indebiti.

Dall'esame di alcune agendine risalenti nel tempo e rinvenute nel nuovo studio "casalingo" la Finanza ha potuto ricostruire gli importi percepiti da Bonetti per le prestazioni professionali che, considerato il suo status di medico ambulatoriale, dovevano essere completamente gratuite. Quindi, al denaro contante sequestrato durante le perquisizioni domiciliari, pari a circa 6.500 Euro, è stato possibile richiedere il sequestro di 83.884,63 Euro, quale profitto del reato di truffa aggravata, per i compensi indebiti percepiti dai pazienti, e di peculato, per i farmaci di proprietà del Servizio Sanitario Nazionale rinvenuti durante le perquisizioni, Il sequestro "assume un valore particolare - spiega la Gdf - poiché i reati per i quali è stato operato è prevista la confisca. Il valore corrispondente è stato assicurato al Fondo Unico Giustizia".

Bonetti, ex dipedente dell'Azienda Usl, è ai domiciliari dal mese di marzo. Le indagini non sono ancora concluse.

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it