Il 'Pont Suaz' diventa di proprietà della Regione

Sul ponte che collega Aosta e l'Envers transitano 7 milioni di veicoli all'anno

 

Pont SuazCHARVENSOD. Il ponte "Pont Suaz" sulla Dora Baltea che mette in collegamento Aosta e la zona dell'Envers diventa di proprietà alla Regione. Il passaggio è stato approvato oggi dal governo valdostano.

La struttura, realizzata nel 1861 e ammodernata quasi 40 anni fa, è stata finora gestita dai Comuni di Aosta, Aymavilles, Brissogne, Charvensod, Cogne, Gressan, Jovençan e Pollein. Con l'acquisizione da parte dell'amministrazione regionale la gestione sarà più semplice e soprattutto sarà direttamente la Regione a farsi carico del mantenimento e degli eventuali lavori che si renderanno necessari. 

Il ponte diventerà un tratto della strada regionale 18 che conduce a Pila. 

"L’acquisizione al patrimonio regionale del Pont Suaz - spiega l'assessore regionale alle finanze Carlo Marzi - è un passaggio di consegne tra amministrazioni che definirei storico, considerato che risale al 1858 la costituzione del consorzio formato dai Comuni dell’Envers per la ricostruzione del ponte sulla Dora Baltea a collegamento con il capoluogo regionale". 

"Abbiamo ritenuto importante soddisfare la richiesta avanzata dalle Amministrazioni comunali - prosegue Marzi -, vista l’importanza che il Pont Suaz ha assunto nel contesto viabile, crocevia di ben tre strade regionali con un transito annuo di circa sette milioni di veicoli".

 

Clara Rossi

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it