.

Potenziato il sistema di monitoraggio delle frane della Becca di Nona e Chervaz

La Regione stanzia 311mila euro per nuovi sensori pluriparametrici a Charvensod e Chambave

 

Frana Becca di Nona

I sistemi di monitoraggio della frana della Becca di Nona e della frana di Chervaz saranno potenziati con l'installazione di nuovi sensori. Il finanziamento di quasi 311mila euro proviene dal governo regionale con l'approvazione, lunedì in Giunta, del progetto esecutivo per entrambe le frane di Charvensod e di Chambave.

Nelle aree instabili dei due comuni saranno attivate delle colonne con sensori programmati per monitorare più parametri geotecnici e idrogeologici. 

L'assessore regionale alle opere pubbliche e territorio Carlo Marzi spiega in una nota: «Per quanto riguarda le frane della Becca di Nona e di Chervaz irrobustiamo i sistemi di allerta e controllo, dando un supporto ai comuni di Charvensod e Chambave nella gestione dei piani di protezione civile a tutela degli abitanti delle aree dei due comuni interessati».



Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it