.

Cna Costruzioni: nei cantieri difficile rispettare norme Coronavirus

'Pronti a sospendere cantieri, ma servono aiuti alle imprese'

 

Gru ediliziaAOSTA. Le disposizioni di sicurezza per l'emergenza Coronavirus mettono in agitazione il settore delle costruzioni. Le problematiche del momento sono riassunte in una nota dalla Cna Costruzioni Valle d'Aosta insieme a Confartigianato Imprese: "sui cantieri edili, pur con tutte le accortezze, è difficile rispettare livelli di sicurezza richiesti: vi sono maestranze diverse che si intercalano nelle lavorazioni; il trasporto dei lavoratori avviene su mezzi che non consentono il mantenimento delle distanze interpersonali; i dpi per l’attenuazione del rischio di contagio non sono disponibili; è stata vietata la somministrazione dei pasti in esercizi prossimi ai cantieri".

Da parte delle associazioni c'è la disponibilità a "mettere in atto la drastica sospensione di ogni attività nei cantieri", ma anche la richiesta di sostegno perché "un'azione di tale incisività comporterebbe conseguenze economiche rilevanti che le imprese non sono in grado di fronteggiare da sole".

Il settore chiede quindi sicurezze: ammortizzatori sociali, posticipo delle scadenze di rimborso dei prestiti bancari, sostegno alle imprese che non possono accedere agli ammortizzatori. Misure che, si legge nella nota nota, "in parte, possono essere predisposte a livello territoriale mentre, in altra, dipendono dalla fattiva interlocuzione con il governo nazionale".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it