.

Suggerimenti alla politica valdostana per gli indennizzi 2022

Evitare gli errori del passato. Idee e obiettivi chiari


Soldi

Gli operatori economici valdostani stanno subendo ulteriori danni a causa delle restrizioni assunte dal governo contro libera circolazione dei cittadini e dei turisti ma a tutela della salute per una difficile convivenza tra principi di rango costituzionale.

Impedire il pignoramento dei ristori

Le restrizioni adottate a ridosso delle festività natalizie hanno avuto il non piacevole effetto di dare il via a numerose disdette che hanno colpito albergatori, ristoratori e l’intero indotto legato al turismo. C’è già chi chiede ai politici regionali di intervenire ma occorrerà evitare gli errori del passato ovvero si dovrà impedire che le somme deliberate dalla Regione Valle d’Aosta per gli indennizzi vadano al fisco tramite il pignoramento diretto.

La politica dovrà dare degli indirizzi precisi sia a livello normativo sia ai dirigenti chiamati ad applicare le norme.

In relazione agli ultimi ristori il governo, con il Decreto legge del 9 dicembre 2021, ha chiarito che l'erogazione degli aiuti Covid non è vincolata dalle disposizioni previste dall'art. 48-bis del DPR 29/09/1973, n. 602 ovvero dalla norma che il fisco ha usato per pignorare direttamente in Regione Valle d'Aosta le somme spettanti ai danneggiati. Questa norma governativa, definita di interpretazione autentica, ha tolto ogni possibile dubbio sul tema sancendo l’impignorabilità degli indennizzi per i danni subiti dalle restrizioni Covid dagli operatori economici.

Confronto politico tra Aosta e Roma

Orlando Navarra

Ovviamente la Regione non può legiferare in materie riservate allo Stato, ma può benissimo inserire nella legge regionale il chiaro riferimento all’impignorabilità sancita dalla citata legge e dare istruzioni ai dirigenti affinché in caso di pignoramento i fondi vengano congelati in attesa della definizione del diritto.

Nel frattempo occorrerà trovare un accordo con il governo affinché venga inserito un emendamento in qualche normativa fiscale di futura approvazione che precisi a sua volta che gli indennizzi stabiliti a livello regionale sono impignorabili.

In pratica serve un confronto politico con il governo (primato della politica) mentre la Regione procede ad approvare una norma per gli indennizzi a favore degli operatori economici valdostani (attività legislativa regionale) e, nel contempo, si muove per dare chiari indirizzi amministrativi alla struttura burocratica.

Non è facile ma, avendo le idee chiare, si può fare evitando il luogo comune sui politici valdostani: ”poche idee e confuse”.

 

Avv. Orlando Navarra

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it