Fitch conferma il rating BBB+ per la Compagnia Valdostana delle Acque

L'ad Argirò: una dimostrazione della capacità del Gruppo di gestire scenari economici critici

 

CVA

Fitch Rating conferma per la Compagnia Valdostana delle Acque di un Long Term Issuer Default Rating (IDR) di BBB+ con prospettiva stabile ed un senior unsecured rating di BBB+.

«La conferma del rating considera la struttura patrimoniale prudente del Gruppo, con moderate prospettive di re-leveraging anche dopo l'esenzione dalla legge Madia - spiega CVA -. Per Fitch questo, insieme a una solida posizione di liquidità, consente a CVA di soddisfare i requisiti di richiesta di margini a garanzia delle operazioni di copertura, che attende diminuiscano nel quarto trimestre, pur favorendo eccezionali performance economiche nonostante la scarsità di precipitazioni nel 2022».

Giuseppe Argirò, amministratore delegato CVA, commenta: «La conferma del nostro rating in una situazione di mercato e normativa così complessa come quella che stiamo vivendo, è un'ulteriore dimostrazione della capacità del Gruppo di gestire scenari economici critici ed in rapida evoluzione e conferma, ancora una volta, la solidità e la qualità degli assets e delle persone di CVA, nonché la validità del piano di sviluppo industriale 2022-2026».

Il presidente Marco Cantamessa aggiunge: «Operiamo in un settore nel quale, in Italia come all’estero, diversi importanti imprese stanno soffrendo significative tensioni finanziarie, e vediamo insieme riconosciute una prudente strategia finanziaria e una lungimirante strategia industriale di diversificazione, geografica e tecnologica, degli asset di produzione. Siamo confidenti che, procedendo su questa strada, ciò possa anche portare ad un aggiornamento di rating positivo».

Dieci anni fa CVA vantava un rating A+. Negli anni il giudizio da parte di Fitch è peggiorato e, tre anni fa, è passato a BBB+. Da allora è rimasto invariato.

 

 

redazione

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it