Stuart J. Woolf e la storiografia valdostana: incontro ad Aosta

Un'occasione di approfondimento a un anno dalla morte del noto storico europeo inglese che aveva uno speciale legame con la Valle d'Aosta

 

Stuart J. Woolf

La sala conferenze della biblioteca regionale di Aosta ospiterà il prossimo 15 ottobre, dalle ore 14.30, l'incontro "Stuart J. Woolf e la storiografia valdostana contemporanea", organizzato a poco più di un anno dalla scomparsa di uno dei maggiori storici europei del Novecento che ebbe un profondo legame con la Valle d'Aosta.

Nato a Londra nel 1936, Stuart J. Woolf arrivò in Italia nella seconda metà degli anni ’50 per i propri studi e a Torino conobbe Anna Debenedetti, sua futura moglie. A Cogne, nella casa della famiglia Debenedetti, ha trascorso ogni anno un periodo di riposo e di studio fino alla morte lo scorso anno a Firenze.

L'evento di Aosta, promosso dal Consiglio Valle, sarà un'occasione di approfondimento della storiografia valdostana contemporanea, avendo come spunto il volume dedicato alla Valle d'Aosta in "Storia Italia, le Regioni dall’Unità a oggi", edito dalla Casa editrice Einaudi, di cui Woolf è stato illuminato e paziente curatore e al quale hanno partecipato molti ricercatori valdostani e non.

All'incontro interverranno il presidente della Giulio Einaudi Editore, Walter Barberis; il presidente dell'’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea della Valle d’Aosta, Corrado Binel; il professore ordinario di filosofia politica all’Università della Valle d'Aosta Ermanno Vitale; il docente di storia all'UniVdA Marco Cuaz; il professore emerito dell'Università di Torino Sergio Soave; la docente all'École des hautes études en sciences sociales di Parigi Lucia Carle e lo storico Tullio Omezzoli. Sarà presente anche la figlia di Woolf, Deborah.

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it