Ferrovia, Marguerettaz: «la trattativa è in corso ma dallo Stato non arrivano risposte»

AOSTA. Ancora una volta il tema dei trasporti è stato al centro del dibattito in Consiglio regionale. A fare il punto della situazione, in risposta ad una interpellanza dell'Uvp, è stato questa mattina l'assessore Aurelio Marguerettaz.

«La Regione sta lavorando con lo Stato e Rfi - ha detto -. Una volta chiarito il problema del passaggio delle competenze, sarà possibile ripensare all'integrazione migliore tra gomma e ferro per ottimizzare le risorse e garantire un'offerta favorevole al cittadino». Il problema, ha affermato il titolare dei trasporti, è che «dallo Stato non arrivano risposte. La Regione sta promuovendo con il Piemonte alcuni approfondimenti con Rfi, che sembra però orientata a rinviare gli interventi strutturali a medio e lungo termine preferendo interventi minimali e non pare voler affatto procedere con l'elettrificazione». Su quest'ultimo progetto l'assessore ha assicurato che «nessuno è contrario, ma va realizzata su un'infrastruttura obsoleta».

Dopo i 27 milioni di euro destinati all'acquisto dei treni bimodali, l'Amministrazione regionale punterà a «intercettare altri fondi europei, ma verosimilmente l'interlocutore che riteniamo più adeguato in questo ambito è lo Stato».Critico Luigi Bertschy, capogruppo dell'Uvp: «Nelle ultime due Legislature, la ferrovia non ha goduto di alcun ruolo sostanziale all'interno delle strategie del trasporto: su 500 milioni di finanziamenti solo 27 sono destinati a questo settore e, su decisione della Giunta, serviranno all'acquisto dei bimodali, peraltro non ancora omologati per la rete nazionale, anziché al miglioramento dell'infrastruttura».

«Dobbiamo spiegare ai cittadini perché dal 2006 al 2014 non si è fatto nulla per quanto riguarda la programmazione - ha poi affermato replicando all'assessore -. Lo Stato è certamente un interlocutore difficile, ma noi dobbiamo definire la nostra strada, anche assumendo decisioni più forti, per denunciare la situazione scandalosa della ferrovia». Bertschy ha proposto di «discutere insieme un nuovo progetto per dare un futuro al trasporto pubblico e coinvolgere i nostri parlamentari e la Regione Piemonte in questa sfida».

Terminati i lavori mattutini, la seduta del Consiglio Valle riprenderà nel pomeriggio alle 15.30. In basso il lettore della diretta streaming.

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it