La Regione scrive a Trenitalia: totale contrarietà al taglio delle corse

"Non c'è ragione per ridurre un servizio pubblico fondamentale per l'accessibilità della Regione"

 

AOSTA. La Regione ha espresso "totale contrarietà" alla riduzione delle corse giornaliere in Valle d'Aosta anticipata da Trenitalia venerdì scorso.

L'Amministrazione regionale, si legge in una lettera inviata dall'assessorato del Turismo a Trenitalia, e per conoscenza ai Ministeri dei Trasporti e dell'Economia, ha previsto le risorse per l'esercizio ferroviario "manifestando la disponibilità a farsi carico dello stesso a partire dal 01.08.2014, una volta concluso l'iter in corso, con uno stanziamento di 9,6 milioni".

Nella lettera l'assessore Aurelio Marguerettaz conferma la richiesta di un intervento da parte del Ministro Lupi "per promuovere la conclusione dell'iter per il trasferimento delle competenze in materia ferroviaria alla Valle d'Aosta".

"Riteniamo che non vi sia ragione alcuna - conclude la lettera - per ridurre un servizio pubblico fondamentale per l'accessibilità della Regione e per la mobilità di migliaia di cittadini, penalizzando ulteriormente un'utenza ferroviaria sulla quale gravano notevoli problemi causati da un livello del servizio non adeguato e da ben noti problemi di ordine infrastrutturale".

Trenitalia ha anticipato il taglio delle corse lamentando il mancato pagamento di 78 milioni di euro per i servizi svolti dal 2011.

 

 

Elena Giovinazzo

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it