.

Bertin: prosegue lavoro per istituire l'Osservatorio antimafia della Valle d'Aosta

Il presidente del Consiglio Valle preannuncia l'adesione della Regione alla rete Avviso pubblico per promuovere la legalità 

 

Alberto BertinAOSTA. La Conferenza dei presidenti dei Consigli regionali è al lavoro per definire un prototipo di legge che le Regioni e le Province autonome possono utilizzare per istituire delle Commissioni antimafia sul proprio territorio. Ieri su questo argomento si è svolta una riunione del tavolo tecnico al quale partecipa l'assemblea valdostana.

Il presidente del Consiglio Valle, Alberto Bertin, spiega: "Il tavolo, che si è riunito nella giornata di ieri, sta lavorando a uno schema-tipo di proposta di legge regionale per l'istituzione dell'Osservatorio regionale sulla legalità e sulla criminalità organizzata e di stampo mafioso. Questo schema, integrato dalla proposta di legge già esistente, ci permetterà di avviare il percorso che potrà portarci all'istituzione di un Osservatorio antimafia anche in Valle d'Aosta".

Il Coordinamento antimafia e legalità della Conferenza, che si sta occupando direttamente dell'elaborazione del modello di legge, ha anche segnalato alcuni temi da approfondire.

Ancora Bertin: "sono stati individuati altri temi principali su cui lavorare, di concerto con il tavolo tecnico e l'Osservatorio parlamentare dell'associazione Avviso pubblico: educazione alla legalità, revisione delle norme riguardanti lo scioglimento dei comuni per mafia, modifiche di alcune norme del Codice antimafia in materia di beni confiscati. A questo proposito, di concerto con la Presidenza della Regione, nei prossimi giorni sarà siglata l'adesione della Valle d'Aosta all'associazione Avviso pubblico, la rete di enti locali per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile: questa iniziativa - prosegue il presidente del Consiglio Valle - risponde a un ordine del giorno approvato su mia proposta dal Consiglio Valle a gennaio 2020 che impegnava il Governo regionale ad aderire all'associazione e a organizzare attività di formazione e informazione rivolta innanzitutto ad amministratori e personale della pubblica amministrazione". 

 

 

E.G.

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it