Lavoro, Falcomatà: «l'Italia ha bisogno di un vero riscatto»

La Cgil della Valle d'Aosta parteciperà alla mobilitazione nazionale del 25 ottobre

 

AOSTA. La Cgil della Valle d'Aosta sarà presente il prossimo 25 ottobre alla manifestazione nazionale sul lavoro organizzata a Roma.

«Questa mobilitazione nasce dalla consapevolezza che è arrivato il momento di non attendere più gli annunci del governo che rimangono tali» ha detto Domenico Falcomatà, segretario regionale, spiegando il perché della manifestazione in una conferenza stampa con i segretari confederali Katya Foletto e Antonio Fuggetta.

«L'Italia ha bisogno di un governo che agisca in concreto, che sia in grado di produrre investimenti per superare questa fase recesiva. Ad oggi - ha detto Falcomatà - non è stata presentata alcuna proposta credibile, come la manovra finanziaria sulla quale abbiamo espresso un giudizio negativo. Se si rivelassero vere le indiscrezioni su di una ulteriore tassazione dei rendimenti dei fondi pensioni, ci troveremmo di fronte ad un fatto gravissimo, un vero e proprio saccheggio del risparmio previdenziale dei lavoratori».

La manifestazione di Roma servirà a chiedere più diritti ed a rimettere al centro del dibattito il lavoro che rappresenta l'unica via per far uscire l'Italia della crisi, sottolinea il sindacato. Cgil chiede azioni concrete al contrasto del lavoro nero, la proroga del permesso di soggiorno per chi oggi un lavoro non ce l'ha più, eliminare la Bossi - Fini e l'estensione delle tutele a tutte le lavoratrici ed i lavoratori.

«Questo governo sta dando continuità a politiche di austerità - ha ammonito il segretario regionale - che sono causa, non conseguenza, della stagnazione recessiva del paese. Resta improvvisata e inadeguata anche la riforma della Pubblica Amministrazione. Andiamo nella capitale per dire che c'è un Paese che ha bisogno di un vero e proprio riscatto».

Quella del 25 ottobre «non sarà un manifestazione che si esaurisce in se - assicura Falcomatà -, ma è il punto d'inizio. Organizzeremo presidi, assemblee e volantinaggi nelle piazze e se le cose continuassero a percorrere la strada fino ad oggi seguita, non è escluso che si vada verso uno sciopero generale».

Per partecipare alla mobilitazione è sufficente prenotarsi contattando la Cgil. I pullman partiranno da Aosta venerdì alle 21.30 dall'Area Ferrando di corso Battaglione.

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it