.

Un assessore tecnico ai trasporti? Lavevaz: decideranno le forze politiche

In Consiglio Valle il presidente della Regione ha risposto a una interpellanza della Lega sulla ricomposizione della Giunta

 

Consiglio regionale

Lo scorso 14 maggio l'assessora regionale all'Ambiente, Trasporti e Mobilità sostenibile Chiara Minelli rassegnava le dimissioni a causa dei contrasti politici con la Giunta Lavevaz. Da allora le deleghe sono gestite ad interim dal presidente della Regione Erik Lavevaz, il quale ha smentito di voler nominare un assessore tecnico.

In risposta a una interpellanza di Nicoletta Spelgatti (Lega) discussa mercoledì in Consiglio Valle, Lavevaz ha precisato di «non aver mai fatto dichiarazioni alla stampa in merito alla nomina di un assessore tecnico». L'individuazione del nuovo assessore ai Trasporti «sarà l'ultimo passaggio di un percorso di ricomposizione della maggioranza, che è in corso». La scelta di un tecnico non è necessaria, ma «saranno le forze politiche a definire quest'ultimo passaggio».

Le forze che compongono la maggioranza regionale sono in parte cambiate da inizio legislatura. La Giunta Lavevaz al momento è sostenuta da sei gruppi consiliari: l'Uv con i suoi 7 consiglieri, il neonato gruppo Federalisti Progressisti - Partito Democratico composto dai 5 ex Pcp, poi Alliance Valdôtaine e Stella Alpina che hanno formato due gruppi separati ciascuno con 2 rappresentanti, VdA Unie sempre con 2 componenti e infine il gruppo Misto con Claudio Restano (ex VdA Unie).

«La settimana prossima - ha riferito il presidente della Regione - ci sarà un confronto con le forze politiche per condividere i temi politici e programmatici da affrontare prioritariamente e di conseguenza trovare una quadra sulla ricomposizione della Giunta».

«Governare non è solo occupare dei posti di potere - ha replicato la leghista Spelgatti -, il problema è fare, dare risposte ai cittadini. Le cose che vengono fatte o non fatte si vedono, ma tutto quello che vi proponevate non è stato realizzato. Intanto i valdostani stanno male, la Valle d'Aosta affonda sempre più. Siamo completamente bloccati per puri giochi di potere. Perché vi siete assunti la responsabilità di governare? State dando delle risposte alla comunità? Sarebbe utile che ve lo chiedeste e, soprattutto, vi rispondeste. Voi e i movimenti che rappresentate», ha concluso.

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it