.

Covid, Adu: scuola in difficoltà e l'assessore va in vacanza ai Tropici

Il movimento chiede le dimissioni di Caveri. «Un assessore all'istruzione serio sarebbe rimasto al posto di comando»

 

La vacanza ai Tropici dell'assessore regionale all'istruzione Luciano Caveri «in questo momento specifico, è uno schiaffo agli studenti e ai lavoratori della scuola (senza commentare l'inopportunità di volare in un paradiso tropicale, mentre il turismo nazionale e regionale soffre)». Lo afferma Adu VdA commentando i post pubblicati sui social dell'assessore sulla sua vacanza tropicale di inizio anno mentre in Italia si discute se riaprire o meno le scuole per l'alto numero di contagi da Covid-19.

Tweet

«La scuola valdostana riprende, ma lo fa in un clima di totale incertezza - spiega Adu in una nota -: aumento dei contagi, tracciamento inesistente, mancanza di insegnanti, scuole promesse ma ancora in cantiere e regole sempre più complesse. Ci saranno mascherine FPP2 per tutto il personale e per gli studenti? Come si pensa di affrontare il nodo del trasporto pubblico locale? Chissà. E in tutto questo pandemonio, tramite il suo account Twitter, scopriamo che l'assessore Caveri è in vacanza, alle Seychelles».

Il giudizio di Adu è netto: «un assessore all'istruzione serio sarebbe rimasto al suo posto di comando, lavorando fino all'ultimo per organizzare al meglio, con le altre istituzioni regionali e statali, il rientro a scuola. In prima linea, troviamo invece la sovrintendente Marina Fey che ammette l'impossibilità di effettuare uno screening sistematico prima del rientro».

Secondo Adu «dopo un inizio di anno scolastico già problematico, questa è la dimostrazione che il Super assessore Caveri non può occuparsi, male, di tutto». Il partito conclude il comunicato rivolgendo a Caveri l'invito a «restarsene in vacanza e a rassegnare le sue dimissioni dall'incarico di assessore all'istruzione».

 

 

E.G.
(foto da Twitter)

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it