Slitta la delibera sul bilancio regionale 2015 - Preoccupazione dei sindacati

 

Rollandin: "in Commissione chiesti altri confronti" - I sindacati: "necessario riaprire al più presto una discussione vera"

 

AOSTA. Era stata annunciata per questa settimana, ma la delibera da parte del governo valdostano sul bilancio di previsione 2015 oggi non è arrivata.

«In Commissione ci sono state giustamente, nell'ambito della presentazione fatta con l'assessore competente, delle richieste di confronto e di ulteriori precisazioni. Abbiamo ritenuto di prendere una settimana in più», ha spiegato in conferenza stampa il presidente della Regione, Augusto Rollandin, smentendo l'ipotesi di problemi o difficoltà nell'elaborazione del documento.

Nei prossimi giorni, ha aggiunto Rollandin, sono previsti anche dei contatti con le forze politiche.

Sempre sul bilancio oggi in una nota congiunta Cgil, Cisl, Savt, Uil hanno espresso "tutta la loro preoccupazione sulle conseguenze economiche e sociali" per la riduzione di altri centro milioni di Euro.

I sindacati non hanno formulato un commento sul documento di previsione. "La Segreteria Unitaria di Cgil, Cisl, Savt, Uil ha preso atto dell'impossibiltà di esprimere un giudizio sul bilancio regionale 2015 - è scritto nella nota -. L'assessore alle Finanze si è limitato ad un'esposizione delle macro cifre: disponibilità generale di risorse finanziarie ulteriormente ridotte rispetto al bilancio 2014, con solo la disponibilità del 15% per le spese per investimento".

Cgil, Cisl, Savt e Uil spiegano di ritenere "necessario riaprire al più presto una discussione vera nella quale, pur nelle difficoltà finanziarie regionali, si parli di lavoro e occupazione, di salvaguardia delle fasce più deboli della popolazione e del mantenimento del sistema di welfare regionale".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it