Tutta l'opposizione presenta emendamenti alle leggi di bilancio

Alpe, PD-Sinistra VdA e Uvp annunciano proposte di modifica - "Sfida" del M5s sulle elezioni anticipate

 

AOSTA. «La maggioranza dovrebbe essere all'altezza della responsabilità di governo, invece si limita a minacciare elezioni anticipate: smettiamola, se volete possiamo davvero andare alle elezioni».

Consiglio-regionale1Parole del capogruppo del M5s, Stefano Ferrero, intervenuto questa mattina durante il dibattito in Consiglio Valle sulle leggi di bilancio.

«Questo non è un bilancio, ma una ghigliottina, con una cesta in cui cadono le teste dei cittadini. Si parla di sacrifici comuni, ma i politici sono sempre salvi», ha accusato. «La vecchia filastrocca di Roma che taglia i fondi funziona ancora, ma non più con la maggior parte dell'elettorato. Ci sono responsabilità sui fondi spesi gli scorsi anni, ma non abbiamo sentito parole di autocritica da parte della maggioranza» ha aggiunto citando «le centinaia di milioni di euro gettate per l'aeroporto o per il parco archeologico di Saint-Martin».

Il M5s ha annunciato di voler contribuire a modificare del bilancio, così come Alpe ha presentato emendamenti «sperando in quella fattiva condivisione già auspicata dalla maggioranza» ha detto Fabrizio Roscio. Commentando l'eventualità di elezioni anticipate Roscioha affermato che «non rappresenterebbero oggi la garanzia di trovare un governo legittimato dai numeri e dal sostegno dei cittadini. Prendiamo atto della realtà: dato il contesto attuale, si rischierebbe di replicare e di peggiorare ulteriormente la situazione».

Nel dibattito è intervenuto anche Jean Pierre Guichardaz del PD-Sinistra VdA. «Questo bilancio è un puro e semplice esercizio contabile con l'unico obiettivo di far quadrare i numeri - ha detto -, ma che non contiene una visione, né di breve né di lungo termine». «Il presidente Rollandin è abile a richiamare la condivisione e a minacciare elezioni anticipate, ma nella sostanza nulla cambia - ha aggiunto -. Abbiamo cercato di dare il nostro contributo di idee in questo anno e mezzo di Legislatura e anche oggi non ci siamo limitati a presentare emendamenti di facciata».

Anche l'Uvp ha annunciato di voler presentare delle proposte di modifica del bilancio. «Il primo grande obiettivo è reperire risorse per dare risposte nel breve periodo al comparto edile e il settore collegato. Su questa e su altre tematiche importanti, come l'ospedale o i trasporti, avanzeremo proposte concrete su cui auspichiamo il dialogo. Se dalle parole non si passerà ai fatti, le elezioni anticipate saranno un dovere» ha dichiarato il capogruppo Luigi Bertschy.

Per Stefano Borrello, capogruppo di Stella Alpina, il bilancio presentato dal governo è «responsabile e prende in considerazione le difficoltà oggettive dell'economia». Il capogruppo ha richiamato le linee di indirizzo che segue il bilancio: «massimizzare l'utilizzo di fondi comunitari (65 milioni di euro per il FESR e 52 milioni per il FSE), cercando di semplificare la loro fruizione sul territorio valdostano, prorogare le misure anti-crisi, pur rimodulandole, per le imprese e le famiglie, mantenere l'accesso al credito sociale, al sostegno alla locazione, all'emergenza abitativa». «Siamo disponibili - ha anche aggiunto -, compatibilmente con l'aspetto politico ed economico-finanziari, ad un confronto sugli emendamenti della minoranza, per analizzarli in maniera seria nell'ottica di trovare insieme ulteriori soluzioni per affrontare il momento difficile».

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it