REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Idroelettrico, l'assessore Baccega: «i controlli sulle concessioni ci sono»

In Consiglio Valle respinta una risoluzione

AOSTA. E' stato affrontato in consiglio regionale il tema del sovrasfruttamento dei corsi d'acqua da parte degli impianti idroelettrici sollevato dal Movimento 5 stelle con una interpellanza, discussa ieri, e una risoluzione, votata oggi pomeriggio dall'assemblea valdostana.

Illustrando la risoluzione il consigliere Stefano Ferrero ha invocato «controlli a tappeto su tutti gli impianti» oltre alla revoca delle concessioni per i casi di violazione più gravi, al mantenimento della moratoria sulle nuove autorizzazioni di sfruttamento e all'adeguamento dei canoni di concessione a beneficio della Regione «che non possono restare allo 0,83 o all'1 per cento» a fronte di ricavi milionari da parte dei privati.

Nella replica l'assessore alle Opere pubbliche Mauro Baccega ha sostanzialmente ribadito quanto detto ieri sempre in Aula: «I controlli ci sono e nei casi di violazione vengono comminate le sanzioni dalla Forestale. Con delibera di dicembre - ha aggiunto - abbiamo provveduto ad aumentare i canoni, quindi un percorso è stato avviato. Per questo chiediamo di rinviare in Commissione il dibattito tenuto conto che è in previsione, in tempi brevissimi, il confronto sul piano di tutela delel acque che è l'argomento chiave su questo tema. Avremo dati certi da parte degli uffici sui quali fare gli adeguati approfondimenti».

La risoluzione è stata votata e respinta con l'astensione della maggioranza (annunciata da Baccega) e i 17 voti favorevole dei gruppi di opposizione.

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it