Tempi certi e nuove responsabilità per i procedimenti amministrativi

Approvato dal governo valdostano un disegno di legge per velocizzare e migliorare la trasparenza

Regione2AOSTA. Tempi certi e ridotti per le pratiche amministrative, una migliore coordinazione tra uffici e nuove regole sulle responsabilità. Sono i punti cardine del disegno di legge varato oggi dal governo valdostano che va a modificare una legge del 2007, la n. 19, introducendo anche alcuni adeguamenti a disposizioni nazionali e regionali.

Nei suoi 27 articoli il testo dimezza i termini per la conclusione del procedimento, portandoli da 60 a 30 giorni, e riduce da 45 a 20 giorni il tempo massimo per il rilascio di pareri e valutazioni tecniche da parte di un organo consultivo delle pubbliche amministrazioni. Per i procedimenti amministrativi di competenza di Finaosta invece vengono introdotti nuovi casi di sospensione dei termini fino ad un massimo di 180 giorni.

Il disegno di legge individua le responsabilità per la mancata o tardiva adozione di un provvedimento e le estende ai dipendenti della categoria D come già previsto dalle disposizioni statali e disciplina le modalità di intervento nel caso di conflitto di interessi.

Per quanto riguarda la scia (segnalazione certificata di inizio attività), questa potrà essere presentata anche con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, fatta eccezione per quei procedimenti che prevedono l'utilizzo esclusivo della modalità telematica.

Infine il testo introduce la disciplina relativo ala richiesta di accesso civico per documenti, informazioni o dati della pubblica amministrazione.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it