REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Contributi regionali per il teatro, "sì" ad un confronto in Commissione

 

Guichardaz in Consiglio Valle: criteri soggettivi e finanziamenti a compagnie che operano solo all'estero

Guichardaz-jeanpierreAOSTA. Commissari che occupano la stessa posizione da diversi anni e criteri di valutazione poco chiari: su questi temi si è concentrata l'interpellanza del gruppo PD-Sinistra VdA riguardante i finanziamenti erogati dalla Regione a favore delle compagnie teatrali valdostane.

Illustrando l'iniziativa, Jean-Pierre Guichardaz ha ricordato che i contributi sono legati in parte ai costi del personale e di gestione delle compagnie e in parte alla "qualità artistica" della produzione. Un criterio, quest'ultimo, troppo soggettivo, ha detto il consigliere, e che però in alcun casi ha inciso fino al 75% del totale del contributo concesso. Oltretutto, ha continuato Guichardaz, alcuni dei commissari che valutano le compagnie ricoprono tale posizione anche da dieci anni e «per quanto possano avere la flessibilità, non è possibile che negli anni possano modificare la propria valutazione sulla qualità artistica» e la commissione è anche quella che si occupa di dare le indicazioni all'assessorato nella programmazione degli interventi nel settore.

Guichardaz ha anche citato il caso di una compagnia teatrale francese che lavora in Francia ed in Irlanda e che non avrebbe impiegato personale residente in Valle d'Aosta alla quale la commissione valdostana, presieduta dal dirigente Elmo Domaine, ha comunque riconosciuto un aiuto economico. «Non è possibile dare soldi a gente che non produce nulla in Valle d'Aosta», ha detto invitando l'assessorato ad avviare una riflessione sull'intera questione dei finanziamenti in Commissione.

Nella risposta, l'assessore all'Istruzione e Cultura Emily Rini ha fatto sapere che i mandati di pagamento per i contributi 2014, in tutto 153.000 Euro, sono stati effettuati il 30 e 31 marzo e ha dato la «massima disponibilità sia ad un incontro sia ad un serio confronto in Commissione».

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it