Firmata l'intesa sui patti di stabilità 2014 e 2015 per la Valle d'Aosta

 

Renzi a Palazzo regionale: «altri dossier sul tavolo tra Governo e Regione»

renzi-rollandinAOSTA. «Lo spazio aperto da questo documento lo avevamo già condiviso, questo è semplicemente il mantenimento di accordi sul patto già presi. Ci sono altri dossier sul tavolo tra la Valle d'Aosta e il Governo, tra cui il contributo statale alla funivia del Monte Bianco e poi una serie di questioni aperte sui trasporti. Vogliamo dare una mano nei rapporti tra lo Stato centrale e la Valle d'Aosta». Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi che ieri ad Aosta ha firmato l'accordo sul Patto di stabilità con la Valle d'Aosta.

L'intesa riguarda il 2014, certificando che non ci sono sanzioni da pagare, e per il 2015, anno in cui la Valle d'Aosta avrà uno "spazio" di 60 milioni di euro. «Il patto sarà definito in maniera puntuale tra 30 giorni» ha detto l'assessore regionale al Bilancio e Finanze, Ego Perron.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it