"Restituzione" del Movimento 5 stelle, critiche di Cittadinanzattiva

 

"Operazione parziale, trattengono 120mila euro"

AOSTA. L'operazione di "restituzione" dei consiglieri regionali del Movimento 5 stelle incontra le critiche di CittadinazAttiva. Ieri, presentando la consegna di pc e altre attrezzature a favore di quattro scuole valdostane, il capogruppo Stefano Ferrero e il collega di movimento Roberto Cognetta hanno riferito di voler donare beni per 150.000 euro nei 5 anni di legislatura utilizzando una parte dei loro stipendi di consiglieri.

"Entro fine legislatura i Consiglieri del M5S dovrebbero restituire circa 270 mila euro (diaria esclusa ovviamente) ed invece ci faranno una trattenuta alla fonte di circa 120 mila euro. Per farne cosa?" attacca in una nota Giovan Battista De Gattis.

"L'operazione Restitution rischia di essere un tantino parziale" aggiunge, sottolineando poi che "continua a non essere reso pubblico l'estratto conto del M5S VdA, ovvero che anche questo Movimento politico non onora tutte le promesse fatte nella campagna elettorale 2013".

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it