Il PD Valle d'Aosta risponde ad Alpe: "scarica su di noi divisioni interne"

 

Le dimissioni dell'assessore Marquis aggiunte all'odg del Consiglio Valle

Gruppo-pdAOSTA. Presa d'atto delle dimissioni di Pierluigi Marquis dalla carica di assessore e ricomposizione delle Commissioni consiliare permanenti: sono i due punti aggiunti all'ordine del giorno del Consiglio Valle del 15 e 16 luglio. Le dimissioni di Marquis, assessore alle Attività produttive, e la sua sostituzione rientra nel rimpasto di giunta per l'ingresso del Partito democratico in maggioranza.

Parallelamente alla comunicazione dell'integrazione dell'odg, dalla segreteteria del PD valdostano arriva la risposta alle critiche di Alpe. Il partito di Fulvio Centoz "prende atto della reazione scomposta e piccata del Movimento politico Alpe ma ritiene di dover precisare che, terminata l'esperienza de "la Renaissance" alla fine della primavera scorsa fu proprio il "galletto" a più riprese ad aprire un dialogo con le forze di maggioranza in Consiglio regionale mentre oggi sembra quasi rinnegare quel percorso fatto insieme".

La segreteria del partito afferma poi che "l'accordo tra UV e SA è stato raggiunto tra i rispettivi partiti e movimenti come dimostrano gli incontri avvenuti tra i rappresentanti delle varie forze politiche. Solamente all'ultima riunione si sono incontrati i gruppi consiliari per verificare gli accordi anche perché poi toccherà a loro votare in Consiglio regionale".
"Pare dunque che l'ALPE - conclude la nota - stia cercando di scaricare sul nostro Partito i conflitti e le divisioni interne tra il suo gruppo consiliare e il movimento che ha già portato alle dimissioni del suo Presidente".

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it