REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Rollandin: "mantenendo nomina del segretario comunale Aosta si espone a contenziosi"

 

La nomina di D'Anna è stata discussa in Consiglio regionale

Rollandin-festavdax300AOSTA. In Consiglio regionale il presidente Augusto Rollandin ha ribadito oggi tutte le perplessità già comunicate al sindaco Fulvio Centoz riguardo alla nomina di Antonella D'Anna a segretario comunale di Aosta. L'atto è stato sanzionato anche dall'agenzia regionale dei segretari comunali che ha motivato la bocciatura della nomina con gli stessi rilievi già segnalati nelle scorse settimane da Rollandin a Centoz.

«Si è fatto rilevare - ha riferito Rollandin rispondendo in aula all'interpellanza illustrada da Roberto Cognetta del Movimento 5 stelle - che la nomina è avvenuta non tenendo in alcun conto di quanto stabilito dalla legge che, senza escludere nessun Ente locale, stabilisce una priorità nella scelta del segretario per le convenzioni di Comuni con il minor numero di abitanti e, a seguire, per gli Enti locali singoli e per le Unités des Communes valdôtaines, sempre partendo dalle più piccole in termini di popolazione complessiva. È inoltre stata segnalata la contraddittorietà della nomina con un'altra previsione legislativa che, per il contenimento della spesa pubblica, stabilisce per i Comuni con più di 15.000 abitanti che non si computi nella percentuale del 15% (riferito agli incarichi dei segretari di parte seconda) l'incarico di Segretario conferito ad un dirigente di ruolo del Comune stesso».

Rollandin ha confermato anche che la sovrapposizione di incarichi di D'Anna, segretario comunale anche a Rhêmes-Notre-Dame e La Salle (anche queste due Amministrazioni sono state avvertite della situazione), «riteniamo non sia legittima» tenuto pure conto «del divieto per i pubblici dipendenti di assumere contestualmente doppi incarichi».

Con l'interpellanza Cognetta ha chiesto se la Giunta regionale interverrà «per risolvere questa situazione di confusione». Rollandin ha risposto che «non spetta alla Regione un giudizio in merito, trattandosi di questioni di stretto interesse del Comune che, con molta probabilità, mantenendo la nomina si espone ad un alto rischio di contenziosi. Ciò che a noi interessa è garantire il rispetto della normativa regionale».

 

M.C.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it