Iniziato in Consiglio regionale l'esame dei ddl rendiconto e assestamento di bilancio

 

Il dibattito in diretta streaming

Latorre-leonardoAOSTA. Il Consiglio regionale ha iniziato ieri l'esame del rendiconto 2014 e dell'assestamento di bilancio 2015. I due disegni di legge sono stati illustrati dal presidente della II Commissione, Leonardo La Torre, che ha ricapitalato le cifre in esame. Quanto al rendiconto, «le entrate della Regione, escluse le partite di giro, ammontano a 1 miliardo 394 milioni, in crescita rispetto all'anno precedente. Per quanto riguarda la spesa, se si esclude dal calcolo il contributo dovuto allo Stato quale concorso della Regione e dei Comuni al riequilibrio della Finanza pubblica (pari a 236,7 milioni), le previsioni definitive ammontano a 1 miliardo e 201 milioni e la percentuale degli impegni è del 91,49% (su 1.099 milioni). Su tali somme i pagamenti ammontano a 863 milioni e pertanto la capacità di spesa, calcolata tra i pagamenti e gli impegni, è del 78,51%.»

L'esponente Uv ha quindi riassunto i vari capitoli di spesa: «il 60% delle somme impegnate nel bilancio è destinato alle funzioni obiettivo relative alla Sanità, al Personale e per gli interventi di Finanza locale». Nel dettaglio, per la Sanità le spese impegnate ammontano a 271,27 milioni; quelle per il Personale 245,1 milioni; per la Finanza locale 224 milioni al netto del contributo dei Comuni allo Stato per il riequilibrio della finanza pubblica pari a 7 milioni.

Il 2014 si è chiuso con un avanzo di amministrazione di 148 milioni che «è stato principalmente destinato alla copertura delle minori entrate, che si realizzeranno nell'anno 2015 per l'importo complessivo di 87 milioni - ha detto sempre La Torre -. Con la legge di assestamento per il 2015, si fa presente che sono stati accantonati 37 milioni di euro quale integrazione della Regione al riequilibrio della Finanza pubblica (derivanti dal rimborso da parte dei Comuni dell’IMU dovuta allo Stato per il 2014 già accantonata dalla Regione per conto dei Comuni stessi nel 2013). Sempre con l'assestamento 2015, sono stati destinati 6,5 milioni per i trasferimenti correnti all'Usl, di cui 3,5 milioni per il finanziamento dei livelli essenziali di assistenza (Lea) e 3 milioni per il finanziamento delle spese per la mobilità sanitaria; sono finanziati 2,5 milioni per l’erogazione di un contributo straordinario a Vallée d’Aoste Structure a titolo di concorso nelle spese per la valorizzazione del patrimonio immobiliare conferito dalla Regione».

Il presidente della II Commissione ha anche ricordato che «sono previsti 600 mila euro per l'acquisto di servizi nell'ambito dell'istruzione primaria e secondaria; 550 mila euro per gli enti locali destinati ad opere pubbliche per l'assistenza delle persone anziane, inabili e portatrici di handicaps; 450 mila euro per il rimborso a INVA spa degli oneri sostenuti per lo svolgimento delle funzioni di Centrale Unica di Committenza per l'acquisizione di beni e servizi relativi alla quota di compartecipazione a carico della finanza locale».

Il dibattito sui due disegni di legge riprenderà alle 9 e può essere seguito in diretta streaming.

 

Elena Giovinazzo

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it