Ferrero (M5s): "stipendi dei dipendenti regionali trasferiti nelle tasche della Giunta"

 

La Regione replica: "i soldi dei dipendenti non sono stati toccati"

Regione-ingreAOSTA. "Mentre inviano comunicati stampa che parlano di vaghe riduzioni dei costi della politica il presidente e gli assessori regionali deliberano di approvare il prelievo dal capitolo di bilancio degli stipendi dei dipendenti regionali 189.370,53 euro e li trasferiscono al capitolo delle indennità di carica del presidente della Regione e degli Assessori cioè nelle loro tasche". La denuncia, postata su Facebook, porta la firma del capogruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio regionale, Stefano Ferrero. "Leggetevi la delibera - accusa Ferrero -: poveretti, d'altronde la priorità è garantirsi i circa 9.000 euro al mese netti anche nel momento in cui sta andando tutto a quel paese!".

Dagli uffici di place Deffeyes arriva la replica a Ferrero: «Si tratta semplicemente di un prelievo di cassa - dicono -. I soldi dei dipendenti non vengono assolutamente toccati, non c'è alcuna variazione sulla competenza».

La delibera in questione è la n. 1834 dello scorso 1° ottobre. In base al documento, la variazione in aumento destinata alle indennità di carica di presidente e assessori è di 124.370 euro ed è "necessaria - si legge - per consentire il rimborso delle competenze anticipate dal Consiglio regionale" e relativa al secondo trimestre 2015. Altri 65.000 euro sono stati trasferiti per "consentire la liquidazione, a favore dell'Agenzia regionale per le relazioni sindacali" di una quota capitaria per l'anno 2015. La stessa delibera riporta che la detrazione di 189.370 euro dalle retribuzioni del personale avviene "senza pregiudicare il pagamento degli stipendi a tutto il 31/12/2015".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it