Referendum Casinò, l'assessore Perron: "momento di grande responsabilità"

 

"Ora impostare il nuovo piano marketing per il rilancio"

perron-egox250AOSTA. Il referendum dei lavoratori del Casinò è stata una operazione "delicata" e "di grande responsabilità". Lo afferma l'assessore regionale alle Finanze Ego Perron commentando l'esito della votazione che si è conclusa ieri con la netta vittoria dei sì al piano di riduzione dei costi proposta dai nuovi vertici della casa da gioco e concordata con i organizzazioni sindacali.

"Sicuramente - dice Perron in una nota - le trattative tra casa da gioco e sindacati hanno risentito positivamente del ruolo dei nuovi vertici del Casinò: Gianfranco Scordato e Lorenzo Sommo sono stati sicuramente determinanti, per la loro credibilità e per l'atteggiamento avuto nei primi mesi di gestione". Ai sindacati in particolare Perron concede "il merito di una mediazione seria, disponibile e consapevole; così come ai due neo manager credo si debba riconoscere una gestione efficiente ed efficace  delle trattative". Ai lavoratori inoltre va "un riconoscimento particolare", continua l'assessore, perché "con grande senso di responsabilità, hanno capito la gravità della situazione e che hanno quindi dato il loro contributo, affinché si chiudesse la prima fase di un progetto che deve avere che obiettivo concreto il rilancio del Casinò di Saint-Vincent".

Perron si concentra sulle prossime azioni. "Dopo l'operazione di consolidamento strutturale delle risorse, in termini di personale e di bilancio - aggiunge -, ci aspettiamo ora l'impostazione di un piano di marketing che riporti gente nelle sale, che fidelizzi i vecchi clienti e, soprattutto, che riposizioni in nome del Casinò di Saint-Vincent nel panorama delle più attraenti destinazioni di svago e di divertimento".

 

C.R.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it