Interdittive antimafia, Baccega: appalti affidati dalla Regione non riguardano "settori sensibili"

 

In Consiglio Valle discussa una interrogazione sulla situazione delle ditte Agf e Icf

AOSTA. Gli appalti affidati dalla Regione alle società Agf e Icf Srl, colpite da interdittive antimafia, «non riguardano settori sensibili». Lo ha affermato l'assessore alle Opere pubbliche Mauro Baccega rispondendo questa mattina in Consiglio regionale ad una interrogazione di Alberto Bertin (Alpe).

Nei confronti delle due società il questore di Aosta ha emesso recentemente due provvedimenti di carattere preventivo. «Dai dati ricavati dall'Osservatorio regionale dei contratti pubblici che raccoglie le comunicazioni obbligatorie che le stazioni appaltanti devono trasmettere all'Anac - ha spiegato Baccega -, non risultano affidamenti in favore della ditta Agf Srl mentre per la ditta Icf Srl risultano un affidamento di appalto per il servizio di sgombero neve da parte del Comune di Valtournenche per le stagioni 2010/2011 e 2011/2012, per un importo di aggiudicazione di 240.000 euro, e ventidue affidamenti in sub appalto, tutti riguardanti il Comune di Châtillon dal 2011 al 2013, riconducibili a lavori edili, per un importo complessivo pari a 1.397.610,72 euro».

A questi lavori si aggiungono alcuni affidamenti avvenuti tramite un provvedimento dirigenziale del 2007 della Struttura Viabilità per la manutenzione invernale di alcune strade regionali per un importo vicino ai 200.000 euro. Con un altro provvedimento dirigenziale della medesima Struttura, nel 2014 «è stato preso atto - ha continuato Baccega - dell'affitto del ramo d'azienda tra la società Icoval Srl di Arnad, impresa aggiudicataria del servizio di manutenzione invernale della S.R. n. 44 della Valle del Lys per il quinquennio compreso tra le stagioni invernali 2012/2013 e 2016/2017, e l'Agf Srl con decorrenza dal giorno 16 ottobre 2013».

Considerate le interdittive antimafia firmate del questore Ostuni ad aprile «sono state fin da subito - ha detto ancora Baccega - impartite dal Dirigente della Struttura viabilità disposizioni al personale della Struttura affinché, in caso di ulteriori nevicate sulla S.R. n. 44 della Valle del Lys, il servizio di manutenzione venisse eseguito direttamente con mezzi e attrezzature di proprietà regionale». Il 3 maggio scorso, ha spiegato ancora l'assessore, «è stato invece disposto formalmente all'Agf l'immediata sospensione del servizio di manutenzione invernale sulla S.R. n. 44 della Valle del Lys, in attesa dell’adozione del provvedimento di revoca del servizio».

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it