Società partecipate, ok in Commissione al disegno di legge sulla trasparenza

 

Voto a maggioranza. No del M5s: "non risponde ai criteri di trasparenza neceessari"

AOSTA. Il disegno di legge sulla trasparenza delle società partecipate regionali ha incassato il parere favorevole della Commissione Affari generali del Consiglio Valle.

«La Commissione - spiega il presidente Leonardo La Torre (UV) - si era presa l'impegno di portare la proposta al Consiglio entro la pausa estiva, fermo restando il confronto con il decreto Madia, attualmente all'esame delle Commissioni parlamentari di Camera e Senato e che dovrà poi essere approvato in via definitiva dal Governo. Saremo quindi disponibili a inserire gli eventuali emendamenti che si renderanno necessari.»

Il parere favorevole è stato dato a maggioranza e Alpe ha votato con Uv, Stella Alpina, Uvp e PD-Svda. Il testo è «un primo tassello, l'inizio di un percorso per ottenere una casa di vetro delle società partecipate pubbliche che gestiscono denaro della comunità. E poi è la dimostrazione che per cambiare le regole del gioco non c'è bisogno di entrare in maggioranza» commenta il capogruppo Albert Chatrian.

Il M5s ha espresso voto contrario. Il consigliere Roberto Cognetta spiega che «il testo non risponde ai necessari criteri di trasparenza, non risolve i problemi della razionalizzazione dei costi dei dirigenti e del personale, non blocca né norma le assunzioni fatte attraverso le agenzie interinali e non chiarisce le criticità di accesso agli atti di queste società.» Ancora Cognetta: «Chi fa vera opposizione non può votare questa legge».

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it