Alpe: "procedere in tempi brevi con piani riordino fondiario"

 

"Si rischia di perdere il finanziamento di quasi 8 milioni"

AOSTA. "Sul completamento dei piani di riordino fondiario bisogna procedere in tempi brevi. Altrimenti si rischia di perdere il finanziamento di quasi 8 milioni di euro approvato a inizio anno a favore dei 21 procedimenti di riordino autorizzati ma non conclusi". Lo affermano i consiglieri regionali del gruppo Alpe Albert Chatrian, Patrizia Morelli e Fabrizio Roscio commentando l'argomento trattato dalla III Commissione consiliare permanente a seguito di una mozione approvata lo scorso 21 aprile.

L'iniziativa era stata proposta proprio dal gruppo Alpe. "Avevamo ribadito - spiegano i tre consiglieri - l'importanza di trovare in tempi brevi una soluzione definitiva, da tempo attesa. È disarmante constatare che finora nulla sia stato fatto". In Commissione, riferiscono i consiglieri, "il Presidente Rollandin e l'Assessore Testolin hanno finalmente assicurato che entro settembre la soluzione sarà trovata. Noi riteniamo che spetti alla politica assumere le decisioni che consentono di superare le criticità giuridiche e amministrative".

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it