"Sì" del Consiglio regionale della Valle d'Aosta al Defr 2017-2019

 

Il documento approvato a maggioranza. Perron: oggi tracciamo le linee di indirizzo della politica regionale

AOSTA. Con 25 voti a favore e 7 contrari (di Alpe, M5s e Gruppo Misto), il Consiglio regionale della Valle d'Aosta ha approvato ieri sera il Documento di economia e finanza regionale del triennio 2017-2019.

«L'intera politica finanziaria regionale ha come fine lo sviluppo del territorio e il rilancio dell'economia garantendo l'occupazione ed è su questo che deve tendere l'intera manovra di bilancio» ha affermato l'assessore al Bilancio, Ego Perron, illustrando in aula il Defr. «Oggi tracciamo delle linee di indirizzo che non sono esaustive, ma che identificano delle priorità, evidenziando anche delle criticità. Le linee di orientamento - ha continuato - dovranno tradursi in due direttrici: il contenimento della spesa corrente, risparmiando sui costi di gestione e perseguendo l'eccellenza nell'operatività; liberare risorse per investimenti, selezionando le priorità e tenendo conto delle effettive capacità di spesa».

Il Defr definisce alcuni obiettivi prioritari rinnovo del welfare regionale; sviluppo sostenibile; buono scuola e formazione; finalizzazione degli investimenti nei settori strategici con una particolare attenzione al turismo; investimenti nella sicurezza degli edifici pubblici, con priorità a quelli scolastici; tutela e valorizzazione dell'ambiente; modernizzazione della ferrovia. Per l'assessore Perron queste priorità hanno come fattore comune l'attenzione alla persona in tutte le sue dinamiche vitali, di salute, di crescita, di ambiente, di istruzione e di lavoro, declinate nelle diverse fasce di età.

Insieme al Defr l'aula ha approvato 5 emendamenti della maggioranza e 1 dell'opposizione (su 12 presentati) ed un ordine del giorno della minoranza sulla valorizzazione delle micro-imprese.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it