REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Ok unanime in Commissione alla proposta di legge popolare sulla ferrovia valdostana

 

Citati la riattivazione della Aosta-Pré-Saint-Didier, il prolungamento dei binari fino a Courmayeur, il raddoppio e l'elettrificazione delle linee

AOSTA. Presentare al Consiglio regionale della Valle d'Aosta, entro sei mesi dall'entrata in vigore della legge, un "Programma strategico di interventi" per la ferrovia: è l'impegno contenuto nella legge di iniziativa popolare da sottoporre a referendum presentata lo scorso luglio alla presidenza del Consiglio e emendata dopo l'ultimo passaggio in Commissione, ieri, con il via libera dei promotori.

Il testo, finalizzato a modernizzare la ferrovia e realizzare un sistema pubblico integrato di trasporto efficiente, è accompagnato da 7.143 firme e ha ottenuto il parere favorevole unanime della Commissione Sviluppo economico. In aula sarà illustrato dai relatori Giuseppe Isabellon (Uv) e Patrizia Morelli (Alpe).

Il testo prevede appunto che la Giunta regionale, entro 180 giorni dall'entrata in vigore della legge, presenti in Consiglio regionale un "Programma strategico di interventi" previa consultazione di Rete Ferroviaria italiana, Ministero dei trasporti e Regione Piemonte. Il Programma si dovrà articolare in divrsi punti: elettrificare, ammodernare, raddoppiare selettivamente e velocizzare la linea ferroviaria Aosta-Ivrea; riattivare e potenziare la linea Aosta/Pré-Saint-Didier valorizzando le stazioni storiche, le potenzialità turistiche e l'integrazione con la linea Aosta/Ivrea; prospettare le modalità per il reperimento di risorse finanziarie regionali per partecipare agli investimenti infrastrutturali assicurandone la sostenibilità nel quadro complessivo delle finanze regionali; esporre le possibilità di attingere a risorse statali ed europee per il finanziamento delle opere necessarie al potenziamento ferroviario e per la prosecuzione della linea ferroviaria fino a Courmayeur; coordinare modalità ed orari dei servizi ferroviari e dei servizi di autolinee, evitando sovrapposizioni, concorrenze e disagi per gli utenti; introdurre il biglietto e l'abbonamento unico per l'accesso a tutti i mezzi di trasporto pubblico; individuare ulteriori e più incisive modalità di sostegno e promozione dell'uso del trasporto pubblico.

 

E.G.

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it