La civetta nana e la conservazione dei boschi: conferenza ad Aosta

Evento divulgativo del Parco naturale Mont Avic su di una ricerca italo-finlandese dedicata al più piccolo rapace europeo

 

Civetta nana

Il più piccolo rapace europeo sarà il protagonista di una conferenza organizzata a Palazzo regionale di Aosta dal Parco naturale Mont Avic e dalla Société de la Flore Valdôtaine. Parliamo della civetta nana, una specie che negli ultimi decenni sta ripopolando la Valle d'Aosta dopo aver sfiorato l'estinzione nelle Alpi occidentali nella seconda metà del XX secolo. 

La presenza del piccolo rapace è importante per la conservazione dei boschi e delle foreste. La specie infatti fa parte di una complessa rete di animali che utilizzano le cavità arboree e, con il suo comportamento, consente di avere informazioni sullo stato di salute dei boschi.

L'evento divulgativo organizzato dal Parco naturale Mont Avic per venerdì 14 ottobre alle ore 20.45 presenterà i risultati di un progetto di ricerca pluriennale dedicato all'ecologia e l'etologia della civetta nana eurasiatica (Glaucidium passerinum) e condotto con l'Università di Turku (Finlandia) e l'Università degli Studi di Torino. I relatori saranno Daniele Baroni, Massimo Bocca e Sofia Koliopoulos, rispettivamente ricercatore post-doc dell’Università di Turku, vicepresidente della Société de la Flore Valdôtaine e titolare di una borsa di ricerca dell’Università di Torino.

La conferenza si articolerà in cinque fasi. Dopo la presentazione e l'inquadramento generale della specie, delle aree di studio e finalità della ricerca, i relatori presenteranno i risultati ottenuti con particolare riguardo ad aspetti ecologici ed etologici sinora indagati solo marginalmente sulle Alpi e alla comparazione fra foreste boreali e foreste alpine. Seguiranno degli approfondimenti relativi alle tecniche di monitoraggio, con un focus dedicato alla bioacustica, e all'applicazione dei risultati a livello regionale, con riferimenti alle modalità di conservazione e gestione delle foreste. Chiuderà la serata un dibattito finale fra il pubblico e i relatori.

La presentazione sarà arricchita da documentazione fotografica, video e audio originale, acquisita nel corso dello studio da parte di Sofia Koliopoulos.

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2022 Aostaoggi.it