Oggi è il

Casinò, salta il tavolo delle trattative tra azienda e sindacati

  • Pubblicato: Giovedì, 13 Dicembre 2018 16:33

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


I manager si assentano per pranzare mentre i delegati rimangono in attesa. "Gravissima mancanza di rispetto"

Casinò Saint-Vincent

SAINT-VINCENT. Il tavolo delle trattative tra la Casinò de la Vallée Spa, i sindacati e i delegati aziendali sul piano di riduzione dei costi è saltato. La causa? La prolungata assenza per il pranzo da parte dei rappresentanti dell'azienda, tra i quali l'amministratore unico Filippo Rolando ed il direttore generale Stefano Silvestri.

Le parti si sono incontrate in mattinata. Per un paio di ore hanno discusso delle intenzioni dell'azienda e in particolare dei 168 licenziamenti previsti e poi hanno concordato una breve pausa per effettuare alcuni approfondimenti di natura tecnica. Wilma Gaillard, segretario generale Cgil Valle d'Aosta, spiega cosa è accaduto dopo: «I 10 minuti sono diventati 40 e poi un'ora. Ci siamo posti delle domande, salvo poi scoprire che i vertici aziendali si erano appartati nel ristorante e stavano pranzando. La reazione dei 40 delegati non è stata delle più felici e alcuni sindacalisti se ne sono andati ravvisando una mancanza di rispetto».

«Se non ci vogliono al tavolo ce lo dicano in maniera chiara. Se non voglio chiudere l'accordo ce lo dicano. Le responsabilità saranno di chi fa queste cose e non nostre che al tavolo ci siamo», aggiunge Gaillard.

Claudio Albertinelli del Savt parla di «gravissima mancanza di rispetto dei delegati che sono rimasti lì ad aspettare». Inoltre «in una riunione che doveva iniziare a dare delle alternative ai 168 licenziamenti da parte dei vertici aziendali non c'è stata alcuna proposta concreta».

La riunione è stata alla fine sospesa in attesa di una nuova convocazione da parte dell'azienda.

 

M.C.

 

Altre news di attualità

  • Trasporti, il 21 gennaio sciopero anche in Valle d'Aosta
    AOSTA. Le organizzazioni sindacali della Valle d'Aosta hanno aderito allo sciopero di 4 ore proclamato il 21 gennaio per il settore dell'autonoleggio con conducente e delle autolinee del trasporto pubblico locale. La protesta riguarda il "pacchetto mobilità" proposto dalla Commissione europea che prevede la liberalizzazione dei servizi di trasporto delle persone con autobus e pullman all'interno dell'Unione Europea. 
  • Sostegno negato a bambino con disabilità: il Tar condanna la Regione
    AOSTA. Il Tar della Valle d'Aosta ha accolto il ricorso di una coppia che chiede l'attivazione, da parte dell'Amministrazione regionale, di un "progetto individuale di vita" per il figlio affetto sin dalla nascita da gravi disabilità e non autosufficiente.
  • Inail, in calo le denunce di infortuni sul lavoro in Valle d'Aosta
    AOSTA. Sono in calo le denunce di infortuni registrate in Valle d'Aosta dall'Inail. Nel rapporto sull'attività del 2018, con dati riferiti all'anno precedente, le denunce risultano 1.603, in calo dello 0,56 per cento rispetto al 2016 e del 2,43 per cento sul 2015.
  • Scuola, dal Miur 267mila euro alla Valle d'Aosta
    ROMA. Tre istituzioni scolastiche della Valle d'Aosta potranno accedere ai fondi statali per la messa in sicurezza e la costruzione di palestre ad uso scolastico. I progetti delle tre scuole sono compresi infatti fra i 93 interventi presentati da tutta Italia e inseriti dal Ministero dell'istruzione nell'elenco dei lavori che possono usufriore dello speciale bando nazionale del valore di 50 milioni di euro.
Pubblicità
AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075