Coronavirus: da Aosta immaginiamo un girotondo per sconfiggerlo con l'amore

 

girotondoAOSTA. Siamo arrivati a venti. Una cifra che inevitabilmente salirà, speriamo di poco. Ogni persona che si è arresa a questo Virus ci racconta una storia di affetti, di amore e di dolore.

Per la prima volta sono stati diffusi i nomi di due vittime di questa guerra. Moglie e marito che se ne sono andati uno a distanza di poche ore dall'altro, Liliana ed Ezio. I loro nomi incarnano gli altri 18. Non sono numeri. Non siete numeri. Siete storie di vita.

Ecco, li immaginiamo ora lì tutti insieme, tornati bambini, a fare un grande girotondo in piazza Chanoux ad Aosta. Le loro risa, il loro correre in circolo scacceranno questo maledetto Virus da questa nostra casa che si chiama Terra. I loro sorrisi e i loro canti ci devono dare forza. Devono consolare i cari che hanno lasciato in questo mondo. 

A questi ultimi va il nostro invito ad un ideale girotondo in ricordo di coloro che non ci sono più. Un girotondo per rafforzare la speranza, per renderci capaci ogni giorno di regalare un sorriso che ci faccia vincere questa guerra contro questo schifoso virus.


Marco Camilli
Ennio Pedrini Junior
Elena Giovinazzo
Clara Rossi
Rita Rossi

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it