Il Tar di Aosta respinge il ricorso sul mancato adeguamento tariffario 2020

Pin It

 


autostrada RAVAOSTA. Il Tar della Valle d'Aosta ha respinto un ricorso di Raccordo Autostradale Valle d'Aosta - Rav Spa  e di Società Autostrade Valle d'Aosta - Sav Spa e confermato così l'atto con il quale il Ministero dei Trasporti ha sostanzialmente bloccato l'aumento delle tariffe autostradali per l'anno 2020 nel tratto gestito dalle società.

Rav aveva impugnato la nota del 31 dicembre sull'aggiornamento delle tariffe che stabiliva un adeguamento tariffario "pari allo 0,00 per cento", lo stesso stabilito per Sav. L'atto impugnato applica il Decreto Milleproroghe nel punto in cui prevede che "per i concessionari il cui periodo regolatorio quinquennale è pervenuto a scadenza, il termine per l'adeguamento delle tariffe autostradali relative all'anno 2020 è differito sino alla definizione del procedimento di aggiornamento" dei Pef, i Piani economico-finanziari.

Secondo i giudici amministrativi l'atto del Ministero quindi "non si esprime sull'adeguamento tariffario in sé, limitandosi a rilevare che la tipologia di Pef presentata dalla concessionaria, che ha dichiaratamente ignorato la disciplina del 2018 e le pertinenti delibere ART facendo applicazione della pregressa normativa, non è più adatta per ottenere l'adeguamento tariffario". 

Secondo il Tar non può sussistere al momento un danno per possibili perdite causate dal mancato aggiornamento dei pedaggi. "Fisiologicamente - si legge nella sentenza per Rav - i procedimenti di aggiornamento tariffario si concludono a periodo tariffario in corso" e "l'affermazione del tutto teorica secondo la quale la concessionaria subirebbe perdite in virtù del nuovo sistema tariffario, e che tali perdite sarebbero addirittura cristallizzate dalla nota soprassessoria impugnata, appare astratta oltre che prematura".

Rav contestatva anche una violazione dei principi fondamentali del diritto eurounitario e di principi e norme costituzionali. Per i giudici del Tribunale amministrativo questo prospetto è "manifestatamente infondato".

 

C.R.

 

 

AostaOggi.IT è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini /  Direttore editoriale Marco Camilli  /  Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005  /  P.IVA 01000080075
© 2020 Aostaoggi.it