Aosta, Châtillon e Verrès nel piano di Rfi per eliminare le barriere architettoniche

 

stazioneAOSTA. Nel piano nazionale che Rfi sta attivando per eliminare le barriere architettoniche nelle stazioni ferroviarie sono previsti interventi ad Aosta, a Châtillon e a Verrès.

L'argomento è stato discusso durante la seduta di questa mattina del Consiglio regionale con una interpellanza del gruppo Lega Vallée d'Aoste a cui ha risposto l'assessora ai trasporti Chiara Minelli. "Sul nostro territorio è in corso la progettazione di un intervento di abbattimento delle barriere architettoniche della stazione di Aosta, attualmente in fase di procedura di intesa", ha spiegato. "L'intervento prevede l'innalzamento di alcuni binari, l'installazione di ascensori per l'accesso a tutti i binari e il prolungamento del sottopasso fino al parcheggio di via Carrel". 

L'assessora Minelli non ha indicato tempistiche riguardo al completamento dei lavori che renderà più accessibile ai passeggeri con disabilità fisiche e sensoriali la stazione di Aosta, l'unica sul territorio regionale a erogare il servizio di accoglienza e accompagnamento su prenotazione.

Le date comunicate in aula riguardano gli interventi previsti nelle stazioni di Verrès e Châtillon: rispettivamente nel 2023 e nel 2024.

"Il lavoro da fare è tanto, non è immediato e sarà necessario continuare a monitorare e sollecitare il rispetto degli impegni", ha commentato l'assessora annunciando anche un nuovo incontro con Rfi in agenda l'11 dicembre insieme al Comune di Aosta.

Nella replica Andrea Manfrin (Lega VdA) ha sollecitato l'Amministrazione regionale a intervenire con fermezza. "Non è una risposta accettabile dire che forse la stazione di Verrès sarà percorre dai disabili nel 2023 e forse quella di Châtillon dal 2024. Non riteniamo l'azione del governo ben centrata sul problema. L'ultimo sollecito è stato inviato più di un anno fa: bisogna intervenire in maniera dura, importante".

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it