.

Valle d'Aosta, potenziato il trasporto pubblico per il rientro a scuola

Corse aggiuntive su gomma e treni più grandi per la Aosta - Torino. Mezzi di trasporto gratuiti fino a febbraio

 

PullmanAOSTA. Giovedì 7 gennaio anche in Valle d'Aosta riprenderanno le lezioni in presenza per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. In vista del ritorno in classe l'assessorato regionale dei trasporti annuncia un potenziamento del trasporto pubblico.

Corse aggiuntive per i bus

Le disposizioni attuali contro la diffusione del virus prevedono la possibilità di occupare la metà dei posti disponibili sui mezzi di trasporto. Per rispondere alle necessità di famiglie e studenti sono state istituite quindi 90 corse aggiuntive, al costo di circa 180mila Euro al mese.

"È stato un lavoro poderoso, attento alle peculiarità di ciascun territorio - dice l'assessora ai trasporti Chiara Minelli - con l'obiettivo di soddisfare l'utenza del sistema dei trasporti nel rispetto delle prescrizioni previste, con un impegno finanziario non indifferente. Consapevoli che è stato profuso uno sforzo importante, per cercare di restituire una luce in un periodo storico anomalo e di difficoltà generalizzate, cercheremo di monitorare la situazione al momento della ripresa della didattica in presenza al 75% e di intervenire qualora si rendesse necessario operare degli aggiustamenti".

Potenziato il servizio ferroviario

Per la ferrovia Aosta/Torino saranno raddoppiate le carrozze dei treni più utilizzati dagli studenti, vale a dire quello in arrivo ad Aosta alle ore 7.38 e quello in partenza da Aosta alle ore 13.40. Inoltre saranno disponibili due autobus di rinforzo per il treno in partenza da Aosta alle 6.39, nella tratta tra Ivrea e Torino, per l'utenza piemontese.

L'assessorato spiega che "sarà segnalata adeguatamente, con idonei cartelli/pannelli a messaggio variabile a bordo dei mezzi aggiuntivi, la destinazione di ciascun bus, atteso che, rispetto alla dislocazione abituale dei veicoli in autostazione, ce ne saranno in numero maggiore, con livrea a volte diversa (mezzi a noleggio), e sarà garantita la corretta informazione all'utenza in merito alla capienza dei veicoli, indicando chiaramente il numero di passeggeri massimo ammesso, in piedi e seduti; per ogni mezzo infatti è previsto, da libretto di circolazione, un numero di posti in piedi anche con la riduzione della capienza: ad esempio, un bus extra urbano da 12 m, come quelli utilizzati sull'Aosta/Pont-Saint-Martin, può avere 50 posti a sedere ma anche una decina di posti in piedi.

Trasporti gratuiti

Prosegue almeno fino a fine febbraio, la gratuità sui mezzi pubblici di trasporto. Inoltre allo scopo di evitare gli assembramenti di studenti all’arrivo e alla partenza dei mezzi, nei pressi delle scuole e nelle aree urbane più critiche (Aosta e Verrès), è stata coinvolta l’Associazione Nazionale Alpini ed è stata prevista un’azione mirata delle Forze dell’ordine".

 

 

Elena Giovinazzo

 

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it