.

Approvate le nuove misure anti Covid-19 valide dal 7 gennaio

Il prossimo fine settimana sarà rosso, fino al 15 gennaio in tutta Italia zona 'gialla rafforzata'

 

Controlli della polizia

AOSTA. Via libera del Consiglio dei ministri nella notte alle nuove disposizioni sull'emergenza epidemiologica da Covid-19. Il nuovo decreto-legge dispone cosa si potrà o non si potrà fare dal 7 al 15 gennaio prossimi. 

Scuola

Tra le decisioni che hanno provocato maggiori scontri anche a livello di rapporto tra Regioni e Stato, una riguarda la ripresa delle attività didattiche in presenza alle superiori. Alla fine il Cdm ha deciso di rinviare la riapertura a lunedì 11 gennaio, anche se alcuni presidenti di Regione avevano chiesto più tempo ancora.

Week end arancione

Tutte le regioni saranno zona arancione nel fine settimana (sabato 9 e domenica 10 gennaio) con divieto quindi di uscire dal proprio comune di residenza se non per comprovate esigenze lavorative, di salute o di necessità. Per i comuni con meno di 5.000 abitanti è confermata la possibilità di potersi spostare nel raggio di 30 chilometri fatta eccezione per i capoluoghi di provincia.

Ordinanza regionale

Con una sua ordinanza il presidente della Regione Erik Lavevaz a fine dicembre aveva allargato le maglie delle restrizioni dando la possibilità ai valdostani di spostarsi su tutto il tutto il territorio regionale, inclusa Aosta. È possibile che un nuovo provvedimento simile sia adottato in questi giorni.

Spostamenti dal 7 al 15 gennaio

Al di fuori del fine settimana, dal 7 al 15 di gennaio è fatto divieto di spostarti tra una regione e l'altra tranne che per comprovate esigenze lavorative, di necessità e di salute. È sempre possibile rientrare a casa (intesa come residenza, domicilio o abitazione), ma non sono permessi gli spostamenti verso le seconde case situate in un'altra regione.

Il testo conferma sino al 15 gennaio la possibilità, in zona rossa, di spostarsi una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata della propria regione. I figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono non sono incluse nel conteggio delle 2 persone.

Rt più rigido

Infine il nuovo provvedimento cambia i criteri di individuazione degli scenari di rischio introducendo un Rt più rigido per la classificazione dei territori arancioni e rossi.



Marco Camilli

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it