.

Ritorno in presenza dei dipendenti pubblici: Brunetta firma le linee guida

Le decisioni su organizzazione del personale, spostamenti casa - lavoro e obblighi per il lavoro agile

 

Palazzo regionale

Dal 15 ottobre i lavoratori della pubblica amministrazione torneranno al lavoro in presenza. Stop dunque al lavoro da casa disposto durante le fasi più gravi della pandemia da Covid-19 per migliaia di dipendenti pubblici che da venerdì torneranno in ufficio, salvo poche eccezioni.

Dal Ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta giunge il decreto che disciplina il rientro in presenza.

Ciascuna amministrazione avrà 15 giorni di tempo per stabilire il proprio tipo di organizzazione e attuare le misure previste dal decreto ministeriale. Da subito dovrà garantire il personale addetto al front office e all'erogazione dei servizi all'utenza. Per conciliare la presenza sul lavoro con l'esigenza di evitare assembramenti ci sarà ampia flessibilità sugli orari di ingresso e di uscita e di apertura degli sportelli.

Il lavoro agile potrà essere autorizzato solo in presenza di determinate condizioni. I servizi agli utenti non dovranno essere penalizzati dal ricorso allo smart working e dovrà essere assicurata la rotazione del personale. Il dipendente inoltre dovrà ricevere la dotazione tecnologica necessaria a lavorare. Per coloro che hanno funzioni di coordinamento e controllo e per i dirigenti sarà necessario mantenere il più possibile il lavoro in presenza. Ogni amministrazione inoltre dovrà dotarsi di piattaforme e strumenti che garantiscano la sicurezza dei dati e delle informazioni utilizzate. Il decreto ministeriale prevede di predisporre anche un piano di smaltimento del lavoro che potrebbe accumularsi.

Sulla questione degli spostamenti, le linee guida affidano al mobility manager di elaborare piani di spostamento casa - lavoro con possibilità di adeguare i piani di trasporto pubblico locale per adeguarlo alle nuove fasce di flessibilità della Pa.

Le amministrazioni dovranno anche lavorare ad un Piano integrato di attività e organizzazione e adottarlo entro il 31 gennaio 2022. Il Piao sarà presentato a breve in Conferenza unificata.

 

 

Clara Rossi

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it