.

Garante dei disabili, il Coordinamento Disabilità critico: questa legge è un'occasione persa

Il Co.Di.VdA esprime un giudizio negativo sul testo approvato dal Consiglio Valle

 

«L'ennesima occasione persa»: così il Co.Di.VdA - Coordinamento Disabilità della Valle d'Aosta - definisce la legge approvata questa settimana dal Consiglio Valle sul , compito affidato al Difensore Civico.

Il giudizio del Coordinamento Disabilità è netto: «con franchezza e con la responsabilità che sentiamo nei confronti delle persone che rappresentiamo, attraverso le diverse associazioni, affermiamo che non riscontriamo in questa legge una opportunità, ma, piuttosto, l'ennesima enunciazione di principi a cui però non si mettono a disposizione gli strumenti per renderli diritti effettivamente esigibili».

La legge approvata ha accolto «parte delle osservazioni presentate, ma contemporaneamente sui punti particolarmente significativi non si sia dato ascolto ai timori esplicitati». In questo modo il Garante dei diritti dei disabili, afferma il Coordinamento Disabilità, diventa una figura «solo simbolica, per la quale non è previsto un investimento significativo da parte dell'Amministrazione regionale e che vedrà il supporto di un volontario».

La pausa estiva dei lavori del Consiglio Valle non è «una ragione sufficiente - aggiunge il Coordinamento Disabilità - per procedere all'approvazione di un testo che mostra una serie di incongruenze da noi chiaramente esposte. Sarebbe stato, a nostro avviso e come abbiamo detto in audizione, più opportuno attendere i regolamenti attuativi della Legge Delega sulla disabilità o, con un atto di umiltà, qualora si fosse ritenuto opportuno legiferare subito, ispirandosi a norme di altre regioni che hanno già legiferato in materia con un livello qualitativo decisamente elevato».

 

 

E.G.

 

 

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2021 Aostaoggi.it