.

La macchina organizzatrice della Fiera di Sant'Orso parte in salita

Manca il dirigente e lo staff è sotto organico

Fiera-orsopubblicoAOSTA. Un ufficio vuoto con la targhetta che porta ancora il nome di Vally Lettry, ex dirigente in pensione da alcuni mesi, è il biglietto da visita della struttura dell'assessorato regionale delle attività produttive che sovrintende all'organizzazione della 1015 edizione della Fiera di Sant'Orso.

Gli artigiani che non vogliono mancare all'appuntamento del 30 e 31 gennaio aspettano diligentemente in coda il proprio turno per presentare l'iscrizione entro domani, ultimo giorno utile. "Manca il dirigente e siamo sotto organico, è difficile....." commenta sottovoce una delle persone che lavora nell'ufficio e che chiede di restare anonima.

E' anche questo il segno dei tempi. Tempi difficili, con risorse sempre più ridotte e un'incertezza politica che rischia di paralizzare anche le iniziative di rilancio. Tra gli uffici di Piazza delle Repubblica nonostante tutto la volontà di fare, e fare bene, non manca. I pochi addetti cercano di rispondere con il sorriso sulle labbra agli artigiani che affollano il piccolo spazio.

Ma la "Foire" possiamo dire che abbia vita propria e l'interesse anche fuori dai confini regionali per l'evento è sempre grande. Il sito Fieradisantorso.it fin dai primi giorni di novembre, come da oltre 14 anni, ha cominciato a collezionare numerose visite da tutta Italia e la casella di posta elettronica ogni giorno si riempie di domande, richieste e tanto altro.

La Fiera il 30 31 Gennaio 2015 animerà le vie di Aosta con i suoi colori, i suoi suoni e i suoi profumi, ma per chi non potrà partecipare personalmente la webtv Aostaoggi.tv realizzerà anche quest'anno una diretta video streaming per tutti gli appassionati che potrà essere seguita anche su fieradisantorso.it e aostaoggi.it .

 

Marco Camilli

Pin It

Articoli più letti su Aostaoggi.it

© 2020 Aostaoggi.it