Due interventi del soccorso alpino valdostano all'Utmb

Elisoccorso

 

Recuperati due concorrenti per idratazione insufficiente e lussazione di una spalla

Il personale del Soccorso Alpino Valdostano e del 118, a bordo dell'elicottero Sierra Alpha 1, è intervenuto presso il rifugio Bertone per il recupero di un concorrente dell'UTMB che ha riferito problemi sanitari forse causati una insufficiente idratazione. Il paziente attualmente è in fase di trasferimento all'Ospedale Parini di Aosta.
Sempre il personale del Soccorso Alpino Valdostano e del 118 a bordo di analogo elicottero è intervenuto anche presso il rifugio Bonatti per il recupero di un concorrente dell'UTMB che ha accusato la lussazione di una spalla. Il paziente è stato trasferito all'Ospedale Parini di Aosta.
L'UTMB cioè l''Ultra Trail du Mont Blanc è una corsa internazionale sulla distanza in semi-autonomia che si svolge sui tre versanti del Monte Bianco: italiano, francese, svizzero.
La manifestazione, che prende il via e termina a Chamonix, ha un tempo limite di 46 ore e un numero massimo di partecipanti di 2.300 atleti.
Nel periodo della competizione, oltre all'UTMB vera e propria, si disputano anche altre quattro corse, per un totale di cinque gare: l'Ultra-Trail du Mont-Blanc (UTMB), che dà il nome a tutta la manifestazione, di 170 km e 10.000+, la Courmayeur-Champex-Chamonix (CCC), di 100 km e 5.950+, con partenza da Courmayeur, tempo limite di 26 ore, 1900 il numero massimo di partecipanti; la Sur les Traces des Ducs de Savoie (TDS), di circa 119 km e 7.250+, partenza da Courmayeur, tempo limite di 33 ore, 1500 il numero massimo di partecipanti; la Petite Trotte à Leon (PTL), di circa 300 km e 24.000+, tempo limite di circa 150 ore a seconda delle edizioni. È il giro più largo del Monte Bianco, si disputa a squadre, in autonomia totale ed è senza classifica,
la OCC (Orsières - Champex - Chamonix) di 53 km e 3.300+, con partenza da Orsières in Svizzera a e arrivo a Chamonix.

umtb-altimetrieI trail sono sempre gare a sorpresa, il primato è appena sopra le 20 ore ma non sono mai gare paragonabili perché il meteo le influenza, la natura allunga e accorcia le distanze: basta una piccola frana o il rischio che ci sia perché gli organizzatori modifichino in tempo reale il tracciato o fermino la corsa, come è successo nel 2010 per il maltempo. Ma questa 15esima edizione parte con una definizione sicura: la corsa del secolo. Dopo anni, infatti, torna Kilian Jornet Burgada che è per tutti il più forte del pianeta in questa specialità (qui ha vinto all’esordio nel 2008 poi anche nel 2009 e nel 2011 stabilendo diversi primati) e perché con lui al via ci saranno altri atleti che qui hanno vinto, dal francese Xavier Thevenard (primo nel 2013 e 2015) a Francois D’Haene (2012 e 2014), ma anche il nostro Marco Olmo, che qui vinse strabiliando il mondo nel 2006, quando aveva 58 anni, bissando il successo un anno più tardi. Quest’uomo non finisce di stupire (e di vincere). Lo hanno invitato, ha risposto sì con il solito entusiasmo, non parteciperà alla corsa, non stavolta, ma il rispetto e l’affetto che lo accompagnano ovunque ne sottolineano la grandezza. Dopo di lui venne Kilian e il trail non è più stato lo stesso perché ha rotto gli argini conquistando spazio, sponsor, attenzioni, praticanti.

La maggior parte dei runner TDS hanno passato la notte in montagna, confrontandosi con un cambiamento meteo importante, in quanto l’arrivo della pioggia ha causato un abbassamento importante delle temperature.
Le condizioni meteo inclementi non hanno impedito ai 1565 concorrenti della OCC di partire ieri mattina alle 8:15 da Orsière( CH)  per i 56 km D+ 3500 mt della gara. Su un tracciato veloce, il francese Thibaut Baronian ha imposto fin dall’inizio un ritmo rapido, seguito dal giapponese Ruy Ueda. Più prudente, Marc Lauenstein (CH) dosa meglio le sue forze e vince in 5h19:34, davanti a Thibaut Baronian e allo spagnolo Ivan Camps.
Oggi  è il turno dei 1900 atleti della CCC, ai blocchi di partenza alle 9.00 a Courmayeur. Gli organizzatori confermano il tracciato normale. Alle 18.00 da Chamonix partirà invece l’UTMB.

 

Laura Uglietti

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it