REGIONALI   SPECIALE ELEZIONI  COMUNALI

Frode in commercio: sequestro di formaggi destinati alla filiera Dop Fontina

fontina

 

Indagine della Forestale su un'azienda agricola di La Thuile per formaggi prodotti in locali abusivi

AOSTA. Formaggi prodotti in casere abusive e identificati in modo fraudolento per essere inseriti nella circuito filiera della Fontina Dop. Queste le accuse rivolte ad un'azienda agricola di La Thuile dalla Forestale di Pré-Saint-Didier che ha sequestrato in via preventiva circa 500 formaggi e segnalato i contitolari all'autorità giudiziaria.

I sequestri, spiega il Corpo forestale senza citare il nome dell'azienda in questione, sono scattati "al termine di un indagine protrattasi per circa 40 giorni e caratterizzata da sopralluoghi in alpeggio, acquisizioni documentali, esami testimoniali e acquisizione di perizie".

Secondo l'accusa le forme erano prodotte in locali sconosciuti all'Azienda Usl della Valle d'Aosta, non autorizzati e "non idonei dal punto di vista igienico-sanitario", ma avrebbero potuto comunque entrare nel circuito Dop perché gli elementi di tracciabilità richiesti dal disciplinare venivano apposti fraudolentemente. In questo modo le forme avrebbero potuto essere consegnate alla Cooperativa produttori latte e Fontina ed essere marchiate dal Consorzio senza che questi sapessero della reale provenienza dei formaggi.

"I reati sottoposti al vaglio della Magistratura inquirente - precisa la Forestale - sono di carattere alimentare-sanitario, oltre alla frode in commercio aggravata in danno di prodotto DOP, falsi e induzione in errore di pubblici ufficiali".

 

Marco Camilli

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it