Si impegna a risarcire le vittime dei furti: scarcerato 29enne

Era stato arrestato dalla polizia di Aosta per aver rubato davanti a cimiteri e chiese

poliziaAOSTA. Può uscire dal carcere Carmine Sozio, il ventinovenne arrestato lo scorso dicembre dalla polizia di Aosta perché ritenuto il responsabile di diversi furti messi a segno principalmente nelle automobili parcheggiate davanti ai cimiteri e alle chiese.

L'uomo, residente in un campo nomadi di Torino, si trova in carcere e visto il suo impegno a risarcire le vittime dei furti il gup gli ha concesso gli arresti domiciliari. Ad aprile si svolgerà la prossima udienza del processo.

Sozio è accusato di undici furti commessi tra la primavera e l'autunno del 2017. I poliziotti lo hanno scoperto per fatto acquisti usando bancomat e carte di credito. Uno degli oggetti comprati era una piscina gonfiabile che è stata ritrovata nel campo nomadi.

 

redazione

Pin It
© 2020 Aostaoggi.it